Come disintossicarsi dal cortisone in modo naturale

Il cortisone è un medicinale estremamente efficace per curare numerose patologie, ma i suoi effetti collaterali sull’organismo non sono assolutamente da sottovalutare, poiché possono prolungarsi anche diverso tempo dopo il termine della terapia.
Quindi com’è possibile disintossicarsi dal cortisone in modo naturale? Scopriamolo insieme!

Gli effetti collaterali del cortisone

Il cortisone può essere assunto via orale oppure tramite iniezioni cutanee e se il trattamento è prolungato si possono verificare i seguenti effetti collaterali:

  • disturbi psichici come depressione o ansia;
  • acne;
  • aumento dell’appetito e del peso corporeo;
  • ipertensione;
  • osteoporosi;
  • forte ritenzione idrica;
  • sfoghi cutanei;
  • dolori alle articolazioni o alle ossa;
  • ulcera peptica;
  • iperglicemia;
  • insonnia;
  • cataratta;
  • iperglicemia;
  • debolezza muscolare.

Come disintossicarsi dal cortisone in modo naturale

Come riportato dal sito depurarsi.com, fortunatamente esistono numerosi modi per disintossicarsi dal cortisone in modo naturale, grazie ai quali l’organismo verrà perfettamente ripristinato.

Idratazione

Una buona idratazione è fondamentale sia per assicurare al corpo sufficienti risorse d’acqua, sia per eliminare tutti i residui del farmaco tramite fegato e reni.
La giusta quantità oscilla dai nove ai dodici bicchieri al giorno, che corrispondono a circa due-tre litri.
Vanno bene anche le tisane, ancora meglio se drenanti, poiché aiutano a contrastare la ritenzione idrica; quindi via libera a quelle a base di rabarbaro, carciofo, zenzero, finocchio e genziana.

Attività sportiva

Lo sport, specie se di tipo aerobico, aiuta ad eliminare tutte le rimanenze di cortisone dal corpo, in quanto stimola il lavoro di reni, del fegato e di altri organi vitali.
Sono dunque perfetti la corsa e il nuoto praticati con una certa costanza (tre volte a settimana sono più che sufficienti).

Tarassaco o dente di leone

Il tarassaco o dente di leone è una pianta ricca di vitamine C ed E, flavonoidi e dalle spiccate capacità drenanti.
Per questo motivo è perfetto sia per contrastare i radicali liberi, sia per debellare le tossine di cortisone dall’organismo.
In commercio si può trovare sotto forma di compresse, tintura madre o tisane.

Alghe marine

Le alghe marine, essiccate o fresche, hanno un ottimo potere disintossicante, in quanto ricche di alginato di sodio.
Quest’ultimo è infatti capace di ripulire l’apparato digerente dal cortisone e ad aiutare a prevenire un eventuale assorbimento futuro.
Per ottenere dei benefici tangibili, si consiglia di assumerne dai 50 agli 80 grammi al giorno.

Zenzero

Lo zenzero è l’ingrediente naturale per antonomasia capace di trattare diverse patologie.
Può essere assunto sotto forma di tisana, candito oppure al naturale come ingrediente di numerose ricette, basti pensare all’insalata, al risotto oppure alla carne.
Se si desiderano ottenere maggiori risultati, le radici fresche rappresentano la soluzione migliore, poiché ricche di gingerolo, una sostanza in grado di stimolare la sudorazione, la quale catalizza lo smaltimento delle tossine tramite la pelle.

I comportamenti da evitare

Per una perfetta disintossicazione da cortisone, è altresì importante evitare alcuni comportamenti, in primis i rimedi fai da te; meglio infatti consultare uno specialista, il quale saprà indicare il rimedio più adatto alla propria situazione clinica.
Inoltre, ci sono diversi cibi da evitare assolutamente: è bene limitare il consumo di grassi, sale e zuccheri, dato che sono dei creatori di tossine che si aggiungerebbero a quelle create dal medicinale.
Meglio puntare su un’alimentazione sana a base di frutta, verdura e carni bianche come pollo, tacchino e coniglio.