Check up per la tua salute: ecco quali esami e visite andrebbero fatti

La prevenzione è un aspetto importante della vita. Una buona abitudine che permette di preservare la propria salute da problematiche di vario genere. Può essere soddisfatta non solo con uno stile di vita sano che non preveda atteggiamenti rischiosi quali l’eccessiva consumazione di alcol o magari il fumare, ma anche e soprattutto un corretto stile alimentare magari cercando di evitare situazioni di stress. Tuttavia, la cosa più importante in ottica prevenzione rispetto a possibili patologie, è quella di sottoporsi periodicamente a test ed esami medici.

Ogni anno nel mondo 15 milioni di persone muoiono per malattie non trasmissibili

Un recente studio effettuato dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha dimostrato come ogni anno muoiano nel mondo circa 15 milioni di persone, di età compresa tra i 30 e i 70 anni, per malattie croniche degenerative. Malattie non trasmissibili, ma che purtroppo hanno un impatto devastante sulla salute delle persone. Si pensi ad esempio a tutte le malattie dell’apparato cardiovascolare, ai tumori, alle malattie dell’apparato respiratorio e anche al diabete. In ragione di ciò, l’OMS, ha voluto mettere a disposizione delle linee guida che permettano di sviluppare un piano di azione efficace per la prevenzione di tutte le malattie non trasmissibili. Il principale obiettivo di questo piano è quello di contrastare e prevenire la formazione di queste malattie e dunque migliorare lo stile di vita.

Il check-up: il primo importante approccio di prevenzione

Con il termine check up medico si indica una serie di test di laboratorio grazie ai quali è possibile valutare in maniera efficace lo stato di salute di una persona. Un approccio molto importante per prevenire e quindi ottenere una diagnosi precoce di gravi malattie. Sono diversi gli esami da eseguire capaci di fornire informazioni attendibili sullo stato di salute dei vari apparati dell’organismo. Innanzitutto, è necessario effettuare il prelievo del sangue e le analisi delle urine. Grazie ad esse si può valutare l’eventuale presenza di malattie piuttosto diffuse come il diabete o magari il colesterolo e avere informazioni specifiche sul corretto funzionamento di reni e apparato urinario.

Tra le altre tipologie di esami da eseguire per un check-up completo, rientrano anche la misurazione della pressione sanguigna e l’elettrocardiogramma. Questi sono indicatori fondamentali per conoscere l’efficacia del sistema cardiovascolare. Ci sono, in aggiunta, tanti altri esami da effettuare come ad esempio una visita oculistica, otorinolaringoiatrica o magari odontoiatrica. Tutti gli esami del check-up andrebbero eseguiti periodicamente soprattutto dopo aver superato una certa età anagrafica. Per fare tutte le analisi, una scelta potrebbe essere quella di rivolgersi ad un Poliambulatorio, come SB Medical, che opera in provincia di Lecce.

Screening dei tumori quale principale arma

Un vecchio adagio recita: prevenire è meglio che curare. Un approccio importantissimo soprattutto per quanto riguarda i tumori. Infatti la tempestività della diagnosi di un tumore è elemento essenziale affinché le cure possano essere efficaci. Ecco perché è necessario effettuare periodicamente lo screening precoce dei tumori. Insomma è fondamentale in ottica prevenzione effettuare degli screening mirati in alcune zone del corpo che tendenzialmente possono dar luogo a neoplasie. In particolare, per il tumore al seno ci si deve sottoporre ad ecografia con tanto di mammografia che andrebbe eseguita, dopo i 45 anni di età, almeno una volta ogni due anni.

Per quanto riguarda il tumore al collo dell’utero la prevenzione va effettuata con il cosiddetto Pap Test da eseguire ogni tre anni per le donne di età compresa tra i 25 e i 30 anni. In aggiunta va effettuato anche il test per il Papilloma Virus, da eseguire ogni 5 anni per tutte le donne di età superiore ai 30 anni. Infine, bisogna anche effettuare dei test per prevenire il cancro del colon retto con la ricerca del cosiddetto sangue occulto nelle feci da eseguire almeno una volta ogni due anni nella fascia di età compresa tra 50 anni e 69 anni.

La prevenzione delle malattie cardiologiche, metaboliche e respiratorie

Oltre ad avere uno stile di vita sano che preveda una alimentazione in linea con le proprie esigenze nutrizionali, è anche necessario eseguire periodicamente esami mirati per controllare l’eventuale insorgere di malattie metaboliche e cardiologiche piuttosto diffuse come il diabete e l’ipertensione.

In particolare, bisogna sottoporsi a visite cardiologiche ed esami di sangue e urine per avere sotto controllo la situazione e valutare lo stato di funzionamento dell’apparato. Lo stesso discorso vale ovviamente anche per le malattie bronchiali e polmonari che purtroppo possono essere anche letali.

Il rischio aumenta in maniera considerevole soprattutto in soggetti che sono incalliti fumatori. Non a caso le organizzazioni mediche raccomandando quale la principale prevenzione per questo genere di patologia, quella di smettere immediatamente di fumare. In aggiunta si può pensare anche all’utilizzo di immunostimolanti che permettano di aumentare la produzione di anticorpi e quindi accrescere le difese immunitarie. Infine per mettersi al sicuro soprattutto durante il periodo invernale, è consigliato anche valutare l’opportunità di vaccinarsi con soluzioni anti influenzali.