Psicoterapia nell’adolescenza

psicoterapia adolescente

Per psicoterapia si intende una pratica terapeutica, che fa parte della psicologica clinica, che cura i disturbi psicopatologici di diverso tipo.

In generale alla psicoterapia si può fare ricorso per una vasta gamma di disturbi che causano sofferenza psichica, ad esempio dal disagio personale a veri e propri problemi di psicosi o nevrosi.
In genere la psicoterapia si struttura per mezzo di incontri brevi, e non necessariamente si deve protrarre per lunghi periodi, ad esempio possono essere sufficienti anche dieci sedute.

La psicoterapia può essere un valido aiuto per superare i problemi e i disagi che sono fisiologicamente connessi all’adolescenza. Come ben si sa, l’adolescenza è un’età di passaggio: si diventa adulti, il corpo cambia, e il ragazzo può sentirsi turbato. Può sentir di aver bisogno di un aiuto per gestire la sua vita interiore, la sua mente, la relazione con gli altri.

Come funziona la psicoterapia per l’adolescente? Lo abbiamo chiesto al team di psicologi di Dedalus Bologna, specializzati nei disturbi legati all’adolescenza.
L’adolescenza può essere un periodo lungo e traumatico per il giovane. Il conflitto, che in genere è assunto come “simbolo” della giovinezza, può anche arrivare ad uno stadio molto profondo e spaccare interiormente una persona. Mentre il corpo cresce, la mente è in subbuglio. Ci si confronta con l’altro sesso, con gli adulti, con le responsabilità, e quindi ci si può sentire soli, insicuri e depressi. Può anche avvenire che si sperimentino delle esperienze di auto-distruzione, come uso di droga e alcol, autolesionismo e idee suicidare.

La psicoterapia può aiutare l’adolescente per mezzo della figura di un esperto, che riesce ad instaurare e costruire una relazione col paziente, fissando gli obbiettivi terapeutici da aggiungere.
Lo psicoterapeuta può dare dei consigli al giovane, usando una terminologia molto terra a terra risulta una figura di appoggio, una chiave per l’adolescente per interpretare i propri cambiamenti e le sofferenze.

Può aiutare a ridimensionare le paure ed i timori del giovane, può aiutarlo a trovare il modo di esprimersi, di sentirsi meglio con sè stesso e di comunicare con gli altri.

La psicoterapia non è, come spesso si crede, una chiacchierata che non dà altri effetti se non quelli di una temporanea consolazione. Infatti lo psicoterapeuta è una persona professionalmente preparata, che non si limita a dare consigli, ma fornisce strumenti al paziente. Strumenti che, generalmente, danno i loro frutti (l’80% delle persone che fa psicoterapia si sente meglio rispetto a chi non chiede aiuto) anche se ovviamente non si tratta di magia: è richiesta la collaborazione del paziente.

La psicoterapia non è una formula magica, ma un percorso terapeutico e di consapevolezza, che aiuta l’adolescente a sentirsi meno strano, solo, confuso, e a superare le difficoltà specifiche che incontra nel relazionarsi col mondo adulto, con le ansie del futuro, con le responsabilità e la sessualità.

Articoli correlati