Relazioni tra allineamento dei denti e problematiche nella postura

sorriso perfetto con invisalign_800x533

Articolo realizzato in collaborazione con Studio Dentistico Roma San Giovanni Dr.ssa Paola Falchetti

Il non corretto allineamento dei denti può causare dei problemi alla postura?

Nonostante siano in molti a ritenere che non esista una correlazione stretta, si è dimostrato che questa in realtà sussiste e che può arrecare fastidi e dolori se non vengono posti dei rimedi efficaci.

Bisogna, innanzitutto, affermare che la postura è la posizione che assume il nostro corpo quando ci troviamo fermi in posizione eretta, con lo sguardo rivolto dinanzi ad un punto fermo. Per verificare che la nostra postura sia corretta è sufficiente utilizzare degli strumenti appositi, come, ad esempio, un posturoscopio.

Come è possibile che una errata occlusione della mandibola possa portare a modificare in modo errato la nostra postura?

La posizione del nostro corpo è solitamente condizionata dalla testa e soprattutto dai muscoli che ci servono per masticare il cibo, oltre che dai muscoli del collo. Queste muscolature sono strettamente correlate tra di loro, a tal punto che una errata aderenza delle arcate mandibolari può provocare tensione e dolori ai muscoli del collo stessi. Questa tensione, se protratta nel tempo, può portare a dolori anche acuti alla schiena, con interessamento dei muscoli cervicali e con possibili problemi di scoliosi.

Tutto ciò va ad incidere negativamente sulla nostra postura, con uno sbilanciamento del corpo che può essere laterale o frontale. Questo sbilanciamento avviene perché il nostro corpo cerca di porre rimedio al dolore generato dalla contrattura muscolare, variandone la posizione per trarne sollievo; questa azione, se ripetuta nel tempo, corre il rischio di portare a sovraccaricare altre aree come, ad esempio, le ginocchia.

Allineamento dei denti e postura: una relazione automatica?

Non necessariamente chi ha una scorretta occlusione presenta anche problemi di postura, ma questo problema, se non adeguatamente curato può rivelarsi un pericoloso campanello di allarme.

La cosa principale da fare in questi casi è quella di fissare un appuntamento con il proprio dentista di fiducia che potrà, così, verificare lo stato di salute dei denti e valutare se è presente un eventuale disallineamento.

L’utilizzo di apparecchi correttivi, con il tempo, riesce a liberare la mandibola dal contatto sbagliato, permettendo il normale riposizionamento e assicurando un rilassamento della muscolatura; in questo modo anche le ossa ad esse collegate non subiscono più spinte innaturali, portando giovamento all’intera postura.

Quali sono gli strumenti principali che garantiscono il corretto riallineamento dei denti? Si possono utilizzare i classici apparecchi fissi, con l’applicazione di stelline metalliche lungo la superficie del dente, ma si può, dove possibile, anche optare per la cosiddetta ortodonzia invisibile, dove si utilizzano degli allineatori trasparenti applicabili durante le ore notturne.

Apparecchi come Invisalign sono molto conosciuti in campo odontoiatrico e permettono di restituire un sorriso gradevole. Sono realizzati sulla base dell’impronta dei denti e, se portati per alcuni mesi possono apportare notevoli benefici. Tra questi segnaliamo la protezione dello smalto dallo sfregamento dei denti e il corretto riallineamento delle arcate dentali, con conseguente eliminazione delle tensioni della muscolatura presente tra mandibola e collo.

Questo tipo di intervento con l’applicazione di Invisalign può, quindi, aiutare a risolvere i problemi di postura generando una condizione di benessere per l’intero organismo.

Articoli correlati