L’importanza dei semi di girasole per il benessere fisico

semi di girasole per il benessere fisico_800x452

Sin dai tempi degli antichi nativi americani, i primi a scoprire le incredibili proprietà benefiche di alcuni fiori di utilizzo comune, i semi ricavati dal girasole godevano di ampio risalto nelle metodologie curative del tempo.

I semi di girasole sono infatti alcuni tra i prodotti della natura più ricchi di principi attivi in grado di aiutare il corpo sia nel normale svolgimento delle sue funzioni sia come alleato nella prevenzione di numerosi disturbi.

In buona sintesi, i semi di girasole sono un toccasana per il benessere dell’organismo, e andrebbero integrati in qualsiasi dieta ben bilanciata, soprattutto se di stampo crudista (in relazione a quest’ultimo aspetto, ecco quali sono le proprietà dei semi di girasole crudi e bio) .

Caratteristiche e benefici principali

semi di girasole perchè fanno bene_800x513I semi di girasole sono notoriamente l’alimento tipico di molti piccoli animali, come uccelli, criceti e roditori in generale. Quello che non tutti sanno è che si tratta di una sostanza integrativa molto utile anche per l’essere umano.

Il gusto è particolarmente piacevole, motivo per il quale è importante dosarne i quantitativi per non incorrere in eccessi di calorie (i semi di girasole, per loro natura, sono particolarmente calorici).

Tra le principali caratteristiche positive troviamo all’interno dei semi una massiccia presenza di Vitamina E, fitosteroli e magnesio. La vitamina E contribuisce a incrementare la produzione di antiossidanti, i principali “alleati” nella lotta contro i radicali liberi, mentre i fitosteroli aiutano a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo. Il magnesio, invece, ha il merito di contribuire alla prevenzione dell’osteoporosi, e più in generale aiuta a mantenere equilibrata l’integrità ossea. Per questo motivo assumere semi di girasole può essere particolarmente indicato per soggetti sensibili ai dolori articolari, o soggetti a disturbi legati alle ossa a 360 gradi.

Inoltre i semi di girasole sono ricchi di acido folico, utile alle donne in gravidanza per agevolare la corretta crescita e lo sviluppo del feto, mentre l’acido linoleico, anch’esso piuttosto diffuso nei semi, contribuisce alla formazione naturale degli Omega 3 nel nostro organismo. In questo senso molti studi confermano l’azione benefica derivata dall’assunzione di semi di girasole per migliorare le funzionalità cardiache e proteggere il cuore in generale.

I semi di girasole sono da molti ricercatori considerati utili anche per contrastare alcune forme di cancro, e per agevolare le normali attività intestinali.

Come utilizzare i semi nelle ricette

Oltre alla classica funzione di “snack”, che permette di fruire dei semi di girasole assoluti e senza alcun trattamento preventivo, è possibile utilizzarli anche per arricchire insalate o piatti di verdure. Pestati, possono costituire un ottimo condimento in salsa per varie pietanze.

Molto importante è scegliere prodotti non salati e non alterati in alcun modo, per mantenere intatte le caratteristiche organolettiche dell’alimento.

Come detto, questi semi hanno un importante bagaglio calorico, quindi se ne consiglia un’assunzione moderata e abbinata, se possibile ad una costante attività fisica. Tuttavia sarà sufficiente tenere sotto controllo il conteggio delle calorie per non privarsi di questo prezioso alleato della salute anche nel caso si stesse seguendo un regime alimentare controllato.

Piccola curiosità: i nativi americani erano soliti utilizzare i semi di girasole anche per creare speciali unguenti da applicare sul petto, utili a liberare le vie respiratorie.