Soffri di alluce valgo? C’è un’app che ti aiuta a scoprirlo

app-alluce-valgo_800x359

Provi fastidio o dolore ad indossare scarpe strette? Il tuo alluce ti sembra leggermente storto, gonfio o semplicemente un po’ arrossato? Queste e altre informazioni sono molto utili per sapere se hai una predisposizione a sviluppare l’alluce valgo.

Quanto siamo veramente informati sulle più diffuse patologie del piede? Un problema ai piedi può essere molto insidioso perché, soprattutto durante la fase iniziale di alcune patologie, può essere difficile accorgersi della loro presenza.

Questo perché molti di noi non prestano abbastanza attenzione al proprio corpo oppure semplicemente perché alcune patologie del piede sopraggiungere senza una particolare evidenza o sintomo.

Alcuni segnali, tuttavia, sono rivelatori. L’alluce valgo ad esempio, è forse la più diffusa patologia del piede e si caratterizza visivamente per una deviazione, anche lieve, dell’alluce dalla testa del primo metatarso. Alla base del dito può presentarsi anche un rigonfiamento, più o meno pronunciato. In teoria l’alluce valgo può manifestarsi anche senza alcun particolare fastidio o dolore, quanto meno nella fase iniziale.

Per fare una valutazione iniziale dello stato di salute del tuo piede oggi è possibile consultare l’App Test Salute del piede. Questa applicazione per smartphone, realizzata con il contributo di specialisti nel settore, è disponibile gratuitamente presso Android e IOS.

L’app nasce con l’obiettivo di sensibilizzare le persone sul tema delle patologie del piede e di aiutare gli operatori del settore nel diffondere una cultura della prevenzione. In forma di test “giocoso”, infatti, l’app fornisce curiosità e informazioni utili, e può dare un orientamento iniziale per capire se i tuoi piedi godono di ottima salute oppure no. In ogni caso le indicazioni fornite dall’app non si sostituiscono in alcun modo ad una vera e propria diagnosi medica. Vediamo come funziona l’app.

Un test interattivo

L’applicazione è basata sul tipico meccanismo del test a risposta multipla e responso finale e ti propone la possibilità di svolgere due percorsi interattivi di autovalutazione.

Il primo percorso si basa su una serie di domande generali sul tuo stile di vita, con particolare riferimento alle tue abitudini quotidiane, alle calzature che usi, ai modi in cui ti prendi cura (o NON ti prendi cura) dei tuoi piedi. Grazie alle risposte che fornirai, l’app ti suggerirà di analizzare quelle specifiche aree del piede che, sulla base delle tue abitudini, risultano potenzialmente a rischio di sviluppare disturbi o vere e proprie patologie.

Si arriva così al secondo percorso, dove le domande si concentrano su una o più aree anatomiche del piede. Ad esempio ti verranno proposte delle immagini di piedi e dovrai indicare a quale forma assomiglia di più il tuo. In altri casi ti verrà chiesto se provi fastidio o dolore in determinate zone, come ad esempio il tallone, la pianta, l’alluce o le piccole dita.

Alla fine del tuo test ti verrà proposto un responso con delle indicazioni utili sul probabile stato di saluto del tuo piede, tutto da confermare ovviamente con una vera diagnosi medica.

Infine l’applicazione ti permette di esportare il risultato via sms, email, social e applicazioni di messaggistica istantanea, così potrai conservare l’esito del test e confrontarlo con verifiche future. Inoltre ti può mettere direttamente in contatto con uno staff di specialisti in patologie del piede, se lo desideri.

La prevenzione delle patologie del piede

Come già detto, l’applicazione non si sostituisce in alcun modo ad una diagnosi medica ma offre un valido strumento orientativo per coloro che sospettano di soffrire di qualche disturbo.

Tenere sotto controllo la salute del piede è infatti molto importante. Trascurare un problema al piede significa innescare un effetto a catena che può influire negativamente anche su altri fattori, come la postura, e di conseguenza avere ripercussioni negative sulla qualità della vita.

In particolare dovrebbero prestare più attenzione i soggetti maggiormente a rischio come donne, sportivi, anziani, persone in sovrappeso e alcune categorie di lavoratori, ad esempio coloro che compiono sforzi particolari o che trascorrono molto tempo in piedi.

Informazione e prevenzione sono molto importanti anche per chi ha avuto casi in famiglia: l’alluce valgo, ad esempio, può insorgere anche in correlazione a fattori ereditari e genetici.

Tutte informazioni che sono riportate anche nell’app, all’interno di un apposito glossario informativo dedicata alle più diffuse patologie ortopediche del piede.