Tipologie e rimedi contro il Mal di Testa

mal di testa

La cefalea, disturbo che tutti conoscono come mal di testa, colpisce manifestandosi spesso con attacchi sporadici ma acuti e riguarda, in particolar modo, il sesso femminile dopo la pubertà.

Non tutti i mal di testa, però sono uguali e, quando non dipendono da altre cause sottostanti, per esempio la sinusite, vengono distinti tra cefalea a grappolo, emicrania e cefalea tensiva.

Pur trattandosi di un disturbo estremamente diffuso e molto studiato, le sue cause non sono completamente chiare. Si è però riusciti a individuare una serie di fattori scatenanti in grado di favorire l’insorgenza dell’attacco.

Chi non ha provato quanto una giornata stressante possa provocare un forte mal di testa? Oppure, un’alimentazione scorretta, l’inquinamento, il fumo e l’alcol, la sedentarietà o, al contrario, un’eccessiva attività sportiva?

Si tratta, in tutti questi casi, di dover fare i conti con un insieme di stimoli cerebrali infiammatori e irritanti che, ripercuotendosi sulle terminazioni nervose, provocano il mal di testa. Chi soffre di questa dolorosa compagnia, a volte di difficile risoluzione, può comunque tenerla a bada ricorrendo a farmaci analgesici o antinfiammatori da assumere, in ogni caso, dietro consiglio medico. La cura del mal di testa, infatti, varia a seconda della causa sottostante.

Conoscere il nemico per poterlo combattere

Capire da quale tipo di mal di testa si è colpiti è sicuramente un buon inizio per poterlo curare. Contrariamente all’emicrania, in cui il dolore riguarda solo una parte della testa, la cefalea si caratterizza per una diffusione del dolore estesa a tutta la zona.

Nausea, vomito, generale sensazione di malessere, intolleranza alla luce e al rumore possono accompagnare la sensazione dolorosa. Nella cefalea a grappolo, in particolare, una sorta di lampi luminosi davanti agli occhi precedono, in molti casi, l’attacco.

Quando il mal di testa si presenta come forma secondaria ad altre patologie può dar luogo a vertigini in caso di ipertensione o addirittura a tachicardia quando è generato dallo stress. Oltre ai farmaci già citati in precedenza è possibile ricorrere anche ad altri rimedi come l’applicazione sulla zona di borse calde o fredde, a seconda di cosa dà maggiore beneficio.

Se l’attacco è forte è consigliabile sdraiarsi sul letto in posizione supina, spegnendo la luce, respirando profondamente e cercando di isolarsi dal rumore. Per forme più lievi, al contrario, un po’ di moto può giovare. Anche l’automassaggio e la digito pressione con le dita sulle ossa della nuca o stringendo fra pollice e indice la pelle della fronte danno sollievo.

Per maggiori informazioni sui vari tipi di mal di testa e gli specifici sintomi è consigliabile approfondire all’indirizzo: http://www.ketodol.it/mal-di-testa/tipi-di-mal-di-testa