Alimentazione e dieta durante la menopausa 

alimentazione menopausa

La menopausa è un momento molto delicato della vita della donna. La Menopausa, o climaterio, è quella fase della vita della donna che giunge in genere fra i 45 ed i 55 anni.

In questo periodo cessano le mestruazioni della donna, che quindi non è più fertile, a causa della cessazione dell’attività delle ovaie.

La menopausa comporta anche una sintomatologia specifica, che include vampate di calore, disturbi del sonno, sudore notturno, secchezza vaginale e anche della pelle. La donna, in questo periodo, tende ad aumentare di qualche chilo, a causa della riduzione delle funzioni degli estrogeni.

Questo può preoccupare alcune donne: cosa fare, in caso di aumento del peso in gravidanza? E come impostare un’alimentazione adeguata ai cambiamenti fisici ed ormonali che si verificano in questo periodo?

Come tutte le fasi della vita anche la menopausa richiede alcuni cambiamenti anche dal punto di vista alimentare.

I motivi dell’aumento di peso in menopausa

Innanzitutto cerchiamo di capire quali siano le motivazioni che portano ad un aumento di peso durante la menopausa.

La riduzione dei livelli di estrogeni, in seguito alla cessazione del ciclo mestruale, possono causare una differente distribuzione dell’adipe nel corpo femminile, che quindi tende ad assumere la classica forma a ‘mela’, ovvero l’adipe tende ad accumularsi sulla pancia.

L’aumento di grasso nella zona addominale può favorire problematiche cardiache e vascolari come l’aterosclerosi e la pressione alta, oltre che il rischio di osteoporosi per carenza di calcio.

Ma non sono soltanto le modifiche a livello di secrezioni degli estrogeni a comportare un aumento di peso: anche la riduzione progressiva del metabolismo basale e spesso la riduzione dell’attività fisica che avviene a quest’età possono essere complici dell’aumento di peso.

Infine, un’influenza in questo senso la possono avere anche i farmaci ed il numero di gravidanze, oltre che fattori personali (come il livello di stress, che porta a consumare cibi calorici, o la minor attenzione nei confronti del proprio aspetto fisico).

La dieta durante la menopausa

Avviene quindi che la donna in menopausa, pur continuando ad alimentarsi come ha sempre fatto, può sperimentare un aumento di peso di qualche kg.

Ecco perché durante questa fase della vita sarebbe opportuno prendere in considerazione qualche avvertimento su come impostare la dieta, con maggior attenzione alle mutate esigenze del corpo.

Per esempio, qualche consiglio in merito può essere:

  • idratarsi correttamente: almeno due litri di acqua al giorno, senza attendere di avere sete per bere. Limitare invece le bevande gassate, quelle alcoliche e eccitanti come il caffè, e quelle zuccherate.
  • Consumare frutta e verdura, porzioni abbondanti e non troppo condite: tendono a saziare, idratano e forniscono fibre importanti anche per la regolare attività intestinale.
  • Optare per cibo integrale rispetto a quello prodotto con farine raffinate.
  • Se si ha bisogno di una dose supplementare di vitamina D e calcio, ricorrere agli integratori (dietro consiglio medico).
  • Ridurre gli alimenti ricchi di sale, di zucchero (come i dolci) e di colesterolo.
  • Non dimenticare di inserire nella propria attività quotidiana almeno un’ora di esercizio fisico, preferibilmente all’aria aperta, al parco o in giardino.

Questi accorgimenti non sono solamente necessari per cercare di mantenersi in peso forma durante il periodo della menopausa, ma sono anche ottimi consigli per scongiurare problemi cardiovascolari connessi a questo periodo della vita ed altre patologie come osteoporosi, ipertensione, iperglicemia, problemi cardiaci, tumore alla mammella.

Il modo migliore per creare una dieta per la menopausa che non rischi di far incorrere in carenze di elementi nutritivi fondamentali è quello di rivolgersi direttamente ad un dietologo, in modo che possa fornire una dieta calibrata sulla base delle proprie caratteristiche fisiche, del livello di attività fisica e di eventuali carenze specifiche a livello nutrizionale.