Pressione alta: cause e rimedi all’ipertensione

pressione alta

La pressione alta (ipertensione) consiste nella condizione per cui la pressione sistolica massima supera i 140 mmHg, oppure la pressione diastolica minima supera i 90 mmHg.

La pressione consiste nella misura della forza con la quale il sangue scorre all’interno dell’organismo. L’ipertensione, ovvero la pressione arteriosa troppo alta, è una delle prime cause di decesso nel mondo civilizzato e causa anche numerose malattie dell’apparato cardiocircolatorio.

La pressione alta in genere è dovuta ad un certo stile di vita, all’alimentazione errata, alla tendenza alla sedentarietà. In genere essa aumenta con l’avanzare dell’età, ma non si deve sottovalutare il fatto che anche molti giovani sperimentano l’ipertensione, chiamata, in questo caso, pre-ipertensione.

Diversi studi scientifici hanno dimostrato che la pressione alta aumenta il rischio di mortalità, quello di sviluppare diverse malattie cardiovascolari.

In genere, la misurazione della pressione fatta a casa fa risultare valori più bassi da quella fatta in ambulatorio; la misurazione nelle prime ore del mattino è più alta, e anche dopo aver fatto una passeggiata.

Di notte invece la pressione tende a scendere, se ciò non avviene, è sintomo dell’esistenza di un problema.

Quali sono i valori della pressione alta? Quando misuriamo la pressione otteniamo il valore della pressione sistolica, quella massima, e della pressione diastolica, quella minima.

Il numero più alto è sempre riferito alla prima, quello più bassa alla seconda. La pressione non segue necessariamente sempre valori costanti, neppure nelle persone che stanno bene.

Questa è la media dei valori della pressione arteriosa:

  • Pressione normale: minore di 120 la massima e minore di 80 la pressione minima;
  • Pre-ipertensione: valore tra 120 e 139 la pressione massima o tra 80 ed 89 la pressione minima;
  • Ipertensione Grado 1: tra 140 e 159 la pressione massima o tra 90 ed 99 la pressione minima;
  • Ipertensione Grado 2: più di 160 la pressione massima o più di 100 la pressione minima.

Cause e sintomi della pressione alta

Vediamo ora quali sono le cause della pressione alta. Innanzitutto è necessario effettuare una distinzione fra ipertensione primaria, che riguarda quasi il 95% delle casistiche, e non ha una causa stabilita.

Invece l’ipertensione secondaria è quel tipo di pressione alta che dipende da alcune problematiche, fra le quali possiamo annoverare:

  • problemi ai reni;
  • disturbi e malformazioni al cuore;
  • assunzione della pillola anticoncezionale e di alcuni medicinali;
  • tumori alle ghiandole surrenali;
  • malfunzionamento della tiroide;
  • stile di vita errato (assunzione di stupefacenti e alcol).

Queste sono le cause che possono scatenare l’ipertensione secondaria.

È necessario anche ricordare alcuni fattori di rischio che possono aumentare il rischio di sviluppare ipertensione.

  • Razza: sembra che la pressione alta sia molto diffusa fra i neri, più che fra i bianchi.
  • Età. Con l’avanzare dell’età, aumenta anche il rischio di soffrire di pressione alta, specie fra le donne dopo la menopausa.
  • Ereditarietà. La presenza di persone in famiglia che soffrono di pressione alta può essere una spia d’allarme.
  • Peso corporeo. Le persone obese hanno maggiori probabilità di sviluppare l’ipertensione.
  • Fumo. Fumare sigarette tende ad aumentare la pressione del sangue.
  • Stile di vita sedentario. L’attività fisica è un toccasana per tenere sotto controllo la pressione del sangue.
  • Mancanza di vitamina D e di potassio nella dieta.
  • Eccesso di sodio (sale da cucina) nell’alimentazione.
  • Diabete.
  • Gravidanza; sembra che in alcuni casi aumenti la possibilità di sviluppare ipertensione.
  • Stress psico-fisico, può aumentare la pressione sanguigna

Sintomi della pressione alta sono stanchezza, nausea, affaticabilità, perdita di sangue dal naso, vertigini, palpitazioni.

Pressione alta: rimedi

I rimedi per la pressione alta sono comportamentali. Bisogna cercare di cambiare alimentazione, assumendo soprattutto frutta e verdura e limitando i grassi e i fritti, latte, insaccati, alcol.

Bisogna smettere di fumare e iniziare a perdere peso se si è sovrappeso.

Articoli correlati