Cataratta: sintomi, diagnosi, cura

La cataratta è una patologia correlata ad una degenerazione del cristallino, una sottile lente che si trova nella parte più superficiale del nostro occhio. Spesso chi ne soffre ha una certa età, in questi casi la cataratta è dovuta al fisiologico deterioramento del cristallino. È possibile diagnosticare questo disturbo utilizzando appositi test di acutezza visiva per la cataratta, in modo da approntare la cura per tempo.

I sintomi della cataratta

Immaginate di guardare il mondo attraverso un paio di occhiali che sono caduti sulla sabbia, le cui lenti si sono graffiate e rovinate a causa del contatto con il materiale abrasivo. Questo è ciò che vede una persona con cataratta e i sintomi possono essere più o meno gravi in base allo stadio di avanzamento della patologia; inoltre la zona del cristallino che è andata incontro a maggiore degenerazione porta a vedere più o meno male a seconda della specifica zona “rovinata”. Esiste ad esempio la cataratta nucleare, in alcuni casi il soggetto è affetto da diplopia, quindi vede gli oggetti doppi o addirittura multipli. In ogni caso chi è affetto da cataratta tende ad avere una visione distorta, con un ristretto campo visivo o con la visione di lampi di luce e abbagliamenti. Non è infrequente che il soggetto affetto da cataratta dichiari di vedere alcune zone del campo visivo come se fossero all’ombra.

Le cause della cataratta

Come abbiamo detto spesso sono gli anziani a soffrire di cataratta, a causa dell’invecchiamento delle strutture che compongono l’occhio, nello specifico del cristallino. Anche i bambini possono manifestare la cataratta, in questi casi l’opacizzazione è correlata a infezioni o infiammazioni durante la gestazione. La cataratta si può manifestare anche in seguito a traumi, a causa del diabete o per qualsiasi tipologia di problema che porta all’alterazione del cristallino. Ci sono poi numerosi fattori predisponenti, il primo dei quali è la predisposizione genetica; chi in famiglia ha dei parenti stretti che sono stati affetti da cataratta, ha maggiori probabilità di manifestare il problema. Il consumo di alcool, la pessima abitudine di non indossare gli occhiali da sole, lo scarso introito di vitamine con la dieta, la presenza di alcune patologie dell’occhio, sono tutti fattori predisponenti al manifestarsi della cataratta, che comunque colpisce soprattutto i soggetti con età superiore ai 70 anni.

La cura

La cura della cataratta dipende dallo stadio di sviluppo della malattia e dall’età del soggetto che ne soffre. Per quanto riguarda i bambini, solitamente si interviene al più presto, per evitare che la presenza di un’area opaca sul cristallino causi altri problemi visivi, come ad esempio lo strabismo. Per quanto riguarda invece gli anziani, nei primi stadi della malattia l’utilizzo di apposite lenti correttive porta a una soluzione immediata. Con il passare del tempo però il cristallino continuerà a rovinarsi sempre di più. Quando la vista è seriamente compromessa si interviene chirurgicamente, rimuovendo il cristallino e sostituendolo con uno artificiale. Questo tipo di intervento risolve in via definitiva tutte le problematiche correlate alla cataratta e, in alcuni casi, anche gli eventuali difetti visivi presenti.