Cerchiaggio della retina: tempi di recupero post intervento

cerchiaggio retinico decorso post intervento

Quanto dura il periodo di convalescenza in seguito al distacco retinico ed il cerchiaggio della retina?

Le patologie che interessano la retina sono tutte abbastanza pericolose, perché vanno a colpire una parte fondamentale del sistema visivo. Nella peggiore delle ipotesi, quando vengono trascurate, è possibile che si arrivi allo step finale, ossia il distacco della retina. Da qui il passo successivo è la cecità totale.

Come abbiamo appena visto, esistono diversi stadi del distacco retinico, i più lievi possono essere curati sottoponendosi ad una veloce ed indolore operazione laser. In questo caso i tempi di recupero sono decisamente ridotti. Tuttavia, quando il problema raggiunge livelli elevati rimane solo il cerchiaggio della retina con un ricovero in ospedale.

Si tratta un’operazione invasiva che viene eseguita sia a seguito del distacco della retina dal bulbo oculare che come strumento di prevenzione, in presenza di forti segnali di rischio. L’operazione prevede che la retina venga riavvicinata al resto del bulbo oculare ed il nervo ottico tramite una banda solida in silicone. La banda ha la funzione anche di coprire eventuali rotture o buchi della retina, così da bloccare il processo di distaccamento.

Nella fase post intervento il paziente non è costretto a letto ed è quindi libero di alzarsi già dal giorno successivo all’operazione. Nonostante questo, è bene specificare che, purtroppo, il distacco della retina è una cosa seria che porta con se problemi a lungo termine e non garantisce il totale recupero della vista. Anche il cerchiaggio della retina non è esente da problemi ed i tempi di recupero non sono così brevi come si possa sperare.

La convalescenza dopo questo tipo di interventi è lunga e lenta, addirittura può durare dei mesi interi e l’esito finale potrebbe non essere chiaro fino a dopo un anno dalla data dell’operazione.

In particolare potrebbe accadere che la banda in silicone posta intorno all’occhio provochi una lieve deformazione con allungamento verso l’esterno. Questo perché è necessario che la banda aderisca in maniera decisa al bulbo per ottenere il risultato desiderato ma, al contempo, rischia che la pressione esercitata provochi un possibile aumento della miopia.

Si tratta di un’operazione particolarmente indicata per i pazienti giovani che non rischiano la cataratta e non si sono sottoposti ad interventi simili in precedenza. Durante il decorso post operatorio si consiglia di:

  • seguire attentamente le indicazioni per medico per l’applicazione dei farmaci prescritti;
  • mantenere l’occhio sempre ben idratato;
  • lavare con cura le mani prima di toccare qualsiasi dispositivo per gli occhi,
  • immergere un dischetto di cotone nella soluzione di lavaggio oculare prescritta dal medico,
  • ammorbidire le incrostazioni che potrebbero formarsi vicino le palpebre. Strofinare delicatamente l’occhio dall’interno verso l’esterno. Meglio utilizzare due batuffoli diversi per ciascun occhio

Nella maggior parte dei casi il cerchiaggio della retina è permanente e la percentuale di successo sfiora il 90% dei casi.

Articoli correlati