Come correggere i difetti di vista: tutti i consigli più utili

correggere difetti vista

Per correggere i difetti di vista si devono, necessariamente, seguire quelli che sono i consigli degli esperti di settore. Si tratta, infatti, di un argomento tanto delicato quanto spinoso ed è per questo che rivolgersi a chi ha competenze in materia è la migliore arma per cercare di superare il problema.

Prima di entrare nel merito, si deve sottolineare che i difetti della vista sono tanti e sono tutti diversi l’uno dall’altro. Per questo, prima di capire in che modo andarli a correggere, si deve capire quali sono quelli che interessano i propri occhi e questo è possibile solo ed esclusivamente con l’intervento di un oculista.

I vari difetti della vista si possono palesare a diverse età, a partire da quella più tenera sino ad arrivare all’età adulta. Ogni problema ha dei sintomi e delle cure ed è per questo che la definizione del problema è il primo step.

Quali sono i difetti di vista più comuni: ecco la lista

 Per capire quali sono i difetti più diffusi è utile leggere quanto segue. Un occhio che ci vede bene si definisce emmetrope. Molti individui, fino a un’età media di 40 anni, vedono benissimo sia da vicino che da lontano e non hanno alcun difetto di vista.

Tutti gli altri, invece, ne hanno almeno uno. Si può trattare di miopia, di astigmatismo e così via.

Quali sono le caratteristiche di ciascun difetto? Il primo che si andrà ad analizzare è l’astigmatismo. In Italia, quasi 3 milioni di persone di ogni età soffre della cosiddetta vista annebbiata. Si tratta, quindi, di un disturbo visivo decisamente diffuso e nel quale la corne assume la forma di una palla di rugby. Questo deforma l’immagine che, quindi, appare annebbiata e non di certo nitida.

Come si fa per correggere l’astigmatismo? Nella maggior parte dei casi si utilizzano delle lenti toriche, che non sono sferiche e si consigliano montature non rotonde. Esistono, inoltre, delle lenti a contatto astigmatiche come quelle che suggeriscono qui e che sono pensate appositamente per chi ha la necessità di correggere questo difetto visivo così importante e così fastidioso.

Lo abbiamo già detto: non c’è solo l’astigmatismo, ma anche la miopia. Anche in questo caso si parla di un difetto della vista. Cosa accade a un occhio miope? Quelli che sono i raggi della luce vanno a colpire ed essere messi a fuoco dinanzi alla retina. In questo caso, il globo oculare lungo ha poco potere di rifrazione e, quindi, rimanda un’immagine sfocata.

La soluzione? In questo caso si consigliano occhiali correttivi e non solo. Si può pensare a effettuare un intervento con laser per correggere la miopia. Negli ultimi anni sono sempre di più le persone che vi ricorrono.

Parlando, poi, della ipermetropia si deve dire che anche questo è un difetto decisamente diffuso tra la popolazione. Si soffre di questo disturbo quando, per riuscire a mettere a fuoco, si deve spostare l’oggetto che si guarda un po’ più lontano.

Cosa fare in questo caso? Si consiglia l’utilizzo, in situazioni valutate dal medico, di lenti convesse per i propri occhiali anche se, è bene sottolinearlo, non sempre è necessario prendere dei provvedimenti per questo difetto visivo.

Infine, si deve parlare della presbiopia. Di cosa si tratta e come si cura? In questo caso, il difetto colpisce il cristallino dell’occhio, che si irrigidisce e, quindi, perde parte del suo potere di accomodazione. In questo caso, si ha qualche difficoltà a leggere da vicino, magari proprio al pc. Spesso il tutto si accompagna con occhi che bruciano e mal di testa.

La soluzione è quella di utilizzare occhiali per la lettura e lenti multifocali progressive.