Fitte alla testa: cosa sono, quando preoccuparsi 

fitte alla testa emicrania

Vi sarà capitato di percepire, oltre al classico mal di testa, delle forti fitte alla testa.

Se la cefalea è un disturbo assai comune, dovuto anche a cause psicologiche e che spesso impedisce di lavorare e di svolgere normalmente la propria vita, le fitte alla testa possono essere ancora più fastidiose e soprattutto dolorose.

Spesso quando si avvertono le fitte alla testa ci si preoccupa. Eppure questi fenomeni possono essere causati anche da situazioni e problemi non così preoccupanti. Le fitte alla testa, sia nella zona destra che in quella sinistra, possono essere scatenate da patologie del collo, da problemi nell’occlusione della bocca, da patologie del collo (la più comune è senza dubbio la cervicale) e via dicendo.

Insomma, non c’è sempre da preoccuparsi quando si sentono le fitte in testa.

Cerchiamo però di capire qualcosa su questo fenomeno, quando avviene, quali sono le cause più comuni che lo scatenano, e quando è necessario rivolgersi al medico.

Cosa sono le fitte alla testa

Queste fitte in genere causano una scarica di dolore della durata di qualche secondo, che passa come è venuto.

Possono localizzarsi nella tempia o nel cranio, nella zona destra o sinistra della testa, possono irradiarsi al collo, al bulbo oculare, al viso, e causare un mal di testa che dura a lungo o anche far perdere l’equilibrio.

In alcuni casi, le fitte si verificano quando si è a riposo: in altri, invece, quando si sta lavorando o in un periodo della vita caratterizzato da forte stress ed ansia.

Le cause delle fitte alla testa

Questi dolori forti e improvvisi possono avere varie cause.

  • La prima è senza dubbio l’emicrania. In genere si stima che il 12-15% della popolazione sia colpita dall’emicrania, e quindi si tratta di un disturbo assai diffuso, che in alcuni casi scatena queste dolorose fitte soprattutto nella zona della fronte e nelle tempie.
    Le fitte alla testa causate da emicrania possono coinvolgere sia la zona destra che la sinistra della testa, in genere il dolore può essere scatenato dall’attività fisica, da stress e mancanza di sonno, dall’assunzione di caffeina ed eccitanti, da fattori genetici o dalla fame.
  • Nervo Trigemino infiammato. Quando si infiamma questo nervo, il dolore è pungente, penetra a fondo nella testa, in genere si tratta di una raffica di fitte che colpiscono solamente un lato della testa (quindi la zona destra o in alternativa la sinistra).
    Cause scatenanti del dolore sono l’esposizione al freddo e al caldo intenso e la masticazione.
  • Cefalea tensiva. Questa forma dolorosa di cefalea si manifesta con delle fitte alla testa, che possono indifferentemente coinvolgere nuca, testa, fronte, tempie.
    In genere le fitte sono accompagnate da dolore che pulsa, nausea, vertigine.
  • Cervicale. Traumi e disturbi alle vertebre cervicali possono comunemente causare delle manifestazioni di dolore sotto forma di forti fitte.

Quando chiamare dal medico

Il caso più grave che può causare questa sintomatologia è senza dubbio l’aneurisma.
L’aneurisma cerebrale in caso di rottura scatena un forte dolore localizzato a collo e testa, rigidità dei muscoli del collo e della testa, vomito, nausea, svenimento.

I sintomi dell’aneurisma sono dolore sopra l’occhio, dilatazione della pupilla, vista doppia, abbassamento di una palpebra, fatica nel comporre le parole.

La rottura di un aneurisma è una situazione molto grave perché può comportare il decesso. Qualora si sperimentino questi sintomi è quindi bene chiamare prima possibile il 118 e farsi accompagnare in ospedale.

Diagnosi delle fitte alla testa

Posto che le fitte alla testa possono avere significati così diversi, solamente il medico può diagnosticare un problema. Bisogna far caso ai sintomi ricorrenti che si verificano quando si prova questo dolore, eventualmente se il dolore avviene sempre al termine dell’attività fisica, ecc.

Solo un medico specialistica potrà effettuare una precisa diagnosi e quindi stabilire l’eventuale terapia.

Articoli correlati