Implantologia Dentale: cos’è e come funziona

implantologia dentale

Traumi o patologie possono compromettere parzialmente o del tutto l’aspetto e l’efficienza degli apparati masticatori: diverse le cause possono infatti portare alla perdita di uno o più denti denti, situazione che provoca numerosi disagi fisici e psicologici ai pazienti.

Per ripristinare completamente la dentatura è quindi necessario ricorrere all’implantologia dentale, una pratica odontoiatrica che attraverso speciali protesi fisse ricostruisce ed integra permanentemente la dentatura mancante, donando al paziente un nuovo sorriso.

A differenza delle protesi mobili, gli impianti fissi permettono di raggiungere un risultato ben più efficiente per quanto riguarda la qualità della vita: gli impianti fissi si integrano infatti completamente con il resto della dentatura e agiscono esattamente come i denti naturali.

Le protesi utilizzate per le operazioni di implantologia dentale sono infatti del tutto simili ai denti naturali per colore, forma e funzioni: con i denti artificiali è molto spesso possibile masticare correttamente anche da subito e senza alcuna limitazione.

Ogni protesi dentale è fissata all’osso mandibolare e montata attraverso una speciale radice artificiale in titanio: il risultato finale è permanente.

L’intervento di implantologia non è doloroso poiché avviene in anestesia locale ed è anticipato da una scrupolosa analisi preventiva per definire l’installazione ottimale dell’impianto: una volta fissato l’impianto la dentatura del paziente è di nuovo integra e dall’aspetto naturale.

I nuovi denti artificiali andranno successivamente trattati esattamente come quelli naturali, cioè puliti con le normali operazioni di igiene orale.

L’implantologia dentale come soluzione alla perdita dei denti

Sebbene l’apparato masticatorio umano sia provvisto di una struttura dentale molto resistente, anche in tempi moderni svariate condizioni possono portare alla perdita totale o parziale della dentatura in età adulta, a causa di traumi accidentali o malattie.

Non solo patologie dentali come carie o parodontiti avanzate, ma anche malattie come il diabete possono portare alla caduta di uno o più denti aggravando talvolta anche situazioni fisiche già compromesse.

L’essere senza denti è una condizione debilitante sia da un punto di vista fisico che psicologico: basta pensare alla funzione sociale del sorriso e di una buona dizione per capire quale impatto psicologico può avere la presenza di vuoti più o meno grandi nella dentatura.

La mancanza di denti apporta numerosi problemi anche alla funzione digestiva: una masticazione errata o incompleta può compromettere la capacità dello stomaco di digerire correttamente i cibi.

È facile quindi intuire come questa condizione abbia conseguenze che non si limitano solo all’apparato masticatorio ma che si riflettono su tutto il benessere generale al punto da diventare irrimediabilmente croniche.

Risolvere questi problemi è possibile grazie all’implantologia dentale ed agire subito è il modo migliore per garantire un risultato ottimale.

Una dentatura completa è fondamentale per la salute: masticare di nuovo bene, pronunciare le parole correttamente e sorridere senza più imbarazzi è possibile grazie all’implantologia dentale. In caso di mancanza di uno o più denti intervenire al più presto per ripristinare la dentatura è l’unica soluzione per tornare a sorridere davvero.