Perché cadono i capelli: cause e rimedi per la calvizie

calvizie_800x480

La caduta dei capelli è una realtà con cui tutti, prima o poi, devono fare i conti. Tuttavia, le cause della perdita dei capelli sono molteplici e tutte da scoprire, perché solo in questo modo sarà possibile andare a capire come affrontare il problema.

Quando si inizia a notare un diradamento della chioma, si incomincia anche ad avere le prime insicurezze: si pensa che l’aspetto fisico in generale possa risentirne e, pertanto, si tende a chiudersi in casa e a diminuire quelli che sono i rapporti con le altre persone.

Si tratta, quindi, di un problema che porta con sé anche un forte stress psicologico e che, spesso, fa cadere i soggetti che ne soffrono in un vero e proprio baratro. Anche per questo motivo, quindi, è molto importante cercare di capire perché i capelli cadono e cosa fare quando la calvizie inizia a diventare un vero e proprio problema.

Le cause della calvizie: perché cadono i capelli?

 La prima domanda da porsi è proprio questa. La risposta è che le cause sono molteplici e non tutti i casi sono uguali agli altri. Pertanto, è sempre molto importante scandagliare le ragioni che portano a perdere i capelli analizzando il singolo caso.

Prima di entrare nel merito del discorso, si deve anche fare presente che i capelli cadono alla fine del loro ciclo vitale e questo è fisiologico. Ogni capello, quindi, viene generato, cresce e muore. In questi casi, la caduta dei capelli è del tutto normale e si verifica in maniera non importante. I capelli che cadono vengono rimpiazzati da quelli nuovi ed il ciclo si ripete.

Durante il periodo dei cambi di stagione, poi, è più facile ritrovarsi dei capelli sul pettine e questo perché ci sono delle risposte fisiche al cambio di temperature e del ciclo giorno-notte. Anche in questo caso è tutto normale e non si tratta di nulla di strano.

Ci si deve preoccupare nel momento in cui la caduta inizia a diventare effettivamente copiosa. Se cadono troppi capelli, allora si deve interpretare il tutto come un campanello d’allarme e si deve agire di conseguenza.

Le cause della calvizie possono essere tante: si parte dallo stress e si arriva alla cattiva alimentazione, alla carenza di vitamine, al fattore genetico e non solo. Come detto, ogni situazione è da analizzare da vicino, perché è importante cercare una soluzione mirata.

Se si tratta di perdita di capelli da stress o da cambiamenti ormonali, la cosa importante è andare a risolvere quelle che sono le cause principali che provocano il tutto. In questo modo, la situazione dovrebbe ritornare alla normalità in breve tempo.

Se, invece, è la cattiva alimentazione e la carenza di vitamine a portare a una situazione di questo tipo, si deve cercare di bilanciare il tutto, introducendo nella propria dieta quotidiana tutto ciò che serve per stare bene.

Ma non sempre il tutto è così facile. Ci sono dei casi in cui si parla, ad esempio, di alopecia androgenetica. Sebbene si pensi che questo sia un problema prettamente maschile, così non è: anche tante donne devono conviverci, anche se in età e in misura differente.

Nei casi in cui si parla di alopecia androgenetica si riscontra sempre una certa sensibilità dei follicoli all’ormone DHT, che è quello che fa scaturire la caduta. Ciò avviene soprattutto per cause di origine genetica e, quindi, ereditaria. Il DHT porta il follicolo a miniaturizzarsi e, quindi, a indebolirsi fino alla caduta del capello. Si capisce bene che questa situazione non è transitoria e, pertanto, si deve correre ai ripari in altro modo.

Una soluzione valida è quella di prendere in considerazione il trapianto di capelli. Fino a qualche anno fa, quando si pensava al trapianto si immaginava un iter doloroso e invasivo. Ma ora le cose sono cambiate. Scoprendo le nuove tecniche per il trapianto di capelli in Turchia, paese all’avanguardia da questo punto di vista, si capisce che, oggi come oggi, questa pratica non è più invasiva e dolorosa come un tempo. Degli specialisti del settore stanno mettendo a punto delle tecniche finalizzate a massimizzare i risultati con il minimo sforzo e il minimo dolore. In questo caso, è bene sottolinearlo, la soluzione risulta essere definitiva e il risultato è ottimo.

Articoli correlati