Che cos’è e come funziona la mastoplastica additiva

retehph_800x363

Che cos’è la mastoplastica additiva?

L’aumento del seno, indicato anche come mastoplastica additiva o chirurgia della mammella, comporta l’uso di protesi mammarie o trasferimento di grasso per aumentare le dimensioni del seno. Questa procedura può anche ripristinare il volume del seno perso dopo riduzione del peso o gravidanza, ottenere una forma del seno più arrotondata o migliorare l’asimmetria naturale del seno.

Quando il grasso di un’altra parte del corpo del paziente viene utilizzato per creare il volume del seno migliorato, la procedura viene indicata come trasferimento del grasso al seno.

Cosa può fare la chirurgia per l’aumento del seno?

  • Aumentare la pienezza e la proiezione del tuo seno

  • Migliorare l’equilibrio dei contorni del seno e dell’anca

  • Migliorare la tua immagine di te stesso e la tua autostima

Le protesi mammarie possono anche essere utilizzate per la ricostruzione del seno dopo mastectomia o lesione.

Cosa non può fare la chirurgia per l’aumento del seno?

L’aumento del seno non corregge il seno gravemente pendente. Può essere necessario un lifting del seno e un aumento del seno per un seno cascante per sembrare più pieno e sollevato.

Il sollevamento del seno può spesso essere eseguito contemporaneamente all’aumento o può richiedere un’operazione separata. Il tuo chirurgo plastico ti assisterà nel prendere questa decisione.

Cosa devo aspettarmi durante una consulenza per una mastoplastica additiva?

Durante la tua consulenza per una mastoplastica additiva, preparati a discutere su:

  • Perché vuoi un intervento chirurgico di mastoplastica additiva, le tue aspettative e il risultato desiderato

  • Condizioni mediche, allergie ai farmaci e precedenti trattamenti medici

  • Farmaci attuali, vitamine, integratori a base di erbe, alcol, tabacco e uso di droghe

  • Storia familiare di tumore al seno e risultati di eventuali mammografie o precedenti biopsie

Il tuo chirurgo plastico allo stesso tempo:

  • Valuterà lo stato di salute generale e eventuali condizioni di salute o fattori di rischio preesistenti

  • Esaminerà e misurerà il seno, comprese misurazioni dettagliate della loro dimensione e forma, qualità della pelle e posizionamento dei capezzoli e delle areole

  • Scatterà fotografie

  • Discuterà le opzioni e raccomandare un corso di trattamento

  • Discuterà probabili esiti di aumento del seno e di eventuali rischi o potenziali complicazioni

Quali sono i rischi della mastoplastica additiva?

La decisione di sottoporsi a un intervento di chirurgia plastica è estremamente personale e dovrai valutare i potenziali benefici nel raggiungere i tuoi obiettivi con i rischi e le potenziali complicazioni della mastoplastica additiva. Solo tu puoi prendere quella decisione per te stesso.

Ti verrà chiesto di firmare i moduli di consenso per assicurarti di comprendere appieno la procedura, eventuali rischi e potenziali complicazioni.

Possibili rischi di chirurgia di aumento del seno includono:

  • Rischi di anestesia

  • Emorragia

  • Ematoma

  • Infezione

  • Cambiamenti nella sensazione del capezzolo o del seno

  • Poche cicatrici

  • Posizione errata dell’impianto

  • Perdita o rottura dell’impianto

  • La formazione di tessuto cicatriziale stretto attorno all’impianto (contrattura capsulare)

  • Accumulo di liquidi (sieroma)

  • Rughe della pelle sull’impianto

  • Dolore persistente

  • Possibilità di chirurgia di revisione

Questi rischi e altri saranno discussi in modo completo prima del tuo consenso. È importante rivolgere tutte le domande direttamente al chirurgo plastico.

Quali sono i passaggi di una procedura di mastoplastica additiva?

Una procedura di aumento del seno include i seguenti passaggi:

Fase 1 – Anestesia

I farmaci vengono somministrati per la vostra comodità durante la procedura chirurgica. Le scelte includono la sedazione per via endovenosa e l’anestesia generale. Il tuo medico ti consiglierà la scelta migliore per te.

Fase 2 – L’incisione

Le incisioni sono fatte in aree poco appariscenti per ridurre al minimo le cicatrici visibili. Tu e il tuo chirurgo plastico discuterete quali opzioni di incisione sono appropriate per il risultato desiderato. Le opzioni di incisione comprendono: lungo il bordo areolare (incisione peri-areolare), la piega sotto il seno (piega sottomammaria) e sotto l’ascella (incisione ascellare). Un approccio con ombelico è associato a un più alto tasso di complicanze.

Le incisioni variano in base al tipo di protesi mammaria, al grado di ingrandimento desiderato, alla particolare anatomia e alle preferenze del chirurgo del paziente.

Fase 3 – Inserimento e posizionamento della protesi mammaria

Dopo l’incisione, una protesi mammaria viene inserita in una tasca:

A. Sotto il muscolo pettorale (posizionamento sottomuscolare)

B. Direttamente dietro il tessuto mammario, sopra il muscolo pettorale (posizionamento sub-mammario / sottoghiandolare)

Il metodo di inserimento e posizionamento delle protesi mammarie dipende dal tipo di impianto, dal grado di ingrandimento desiderato, dal tipo di corpo e dalle raccomandazioni del chirurgo.

Fase 4: chiusura delle incisioni

Le incisioni sono chiuse con suture a strati nel tessuto mammario e con punti di sutura, adesivo cutaneo o nastro chirurgico per chiudere la pelle.

Nel tempo le linee di incisione svaniranno. La qualità della cicatrice dipende da molte cose, tra cui la tua genetica, l’esposizione del tuo corpo alla nicotina e l’infezione.

Fase 5: vedere i risultati

I risultati dell’aumento del seno sono immediatamente visibili.

Cosa succede nella fase post-chirurgica alla mastoplastica additiva?

Al termine dell’operazione verrà applicata una fascia di compressione che si terrà per alcuni giorni e dalla quale usciranno i drenaggi. Quest’ultimo sarà rimosso senza rimuovere la benda. Dopo aver rimosso i punti e la benda, dovrai indossare un reggiseno di sostegno speciale per diverse settimane.

Le attività quotidiane regolari possono essere riprese dopo alcuni giorni, prestando molta attenzione ai colpi e ad ogni movimento che comporta il sollevamento delle braccia. Le attività sportive saranno sospese per un periodo più lungo, alcune settimane, così come l’esposizione al sole. L’aumento del seno non interferisce con l’allattamento al seno.