Il dolore cervicale in gravidanza cause e consigli utili

mal-di-collo-600x411_800x548

Moltissime donne soffrono di cervicalgia in gravidanza a causa della moltitudine di cambiamenti che il corpo subisce durante questo periodo.

L’impossibilità di assumere farmaci che potrebbero danneggiare il proprio bambino, porta la maggior parte di esse a sopportare il dolore in silenzio.

La buona notizia è che esistono alcuni rimedi estremamente efficaci nell’eliminare o ridurre, in modo naturale e sicuro, i sintomi della cervicale infiammata in gravidanza.

Il concetto da cui partire per comprendere come mai la cervicalgia sia più frequente in gravidanza è che, in tale condizione, il corpo della donna cambia profondamente.

Le cause di dolore cervicale in gravidanza

L’aumento del peso corporeo, la crescita della pancia, lo spostamento del baricentro, i cambiamenti della postura e della posizione assunta durante il riposo notturno, la tendenza alla sedentarietà, la “tempesta” ormonale che caratterizza soprattutto alcune fasi della gravidanza, possono condurre a un dolore al collo, che spesso si estende anche alla schiena e alle spalle.

Cambiamenti nella forma del corpo

La crescita del feto e il suo peso tendono a modificare il carico pressorio sulla colonna vertebrale, causando un disagio alla schiena e al collo.

Postura errata

La postura è una delle variabili maggiormente legate ai sintomi della cervicale infiammata, in gravidanza e non. La postura cambia inevitabilmente durante la gravidanza a causa del peso del bimbo: il sistema muscolo-scheletrico subisce delle piccole ma significative variazioni per mantenere l’equilibrio.

Riposo notturno inadeguato

E’ capitato a tutti svegliarsi con una cervicalgia, che poi dura anche tutto il giorno, dopo aver dormito in posizioni improbabili.

Questo problema è molto più comune nelle donne in gravidanza a causa della maggiore fatica a trovare una posizione comoda per il riposo notturno (alle donne in gravidanza viene consigliato di dormire sul fianco).

Mancanza di esercizio

Già dalle prime fasi della gravidanza è molto comune sentirsi affaticate. Questo, unito all’aumento del peso corporeo, porta le donne a ridurre sempre più l’esercizio fisico. L’ipomobilità può essere causa di tensione e rigidità muscolare a livello del collo.

Cambiamenti ormonali

Il cambiamento dell’assetto ormonale che si verifica a partire dal concepimento può innescare un dolore al collo, influenzando il tono e il trofismo muscolare.

Come prevenire o ridurre il dolore cervicale durante la gravidanza in modo naturale

Molti farmaci e, in particolare, gli antidolorifici, sono controindicati in gravidanza. Questo non significa che le donne in gravidanza non debbano essere curate: ci sono molti rimedi naturali, che possono fornire efficacemente sollievo dal dolore.

Prima di fare qualsiasi cosa per prevenire o ridurre il dolore al collo durante la gravidanza, è importante parlarne con il proprio medico di fiducia o ginecologo.

Termoterapia

L’applicazione del calore è molto efficace nel ridurre il dolore, in particolare in presenza di contratture muscolari.  Il caldo può arrivare da una sciarpa, da impacchi caldi o da cuscinetti termici (ne esistono di vari tipi, usa e getta o riciclabili). Quindi è importante evitare di esporre il collo al freddo.

Idroterapia

L’acqua calda stimola la circolazione sanguigna e allevia la contrattura muscolare. Quando si è sotto la doccia o durante un bagno caldo è possibile lasciare che il getto caldo dell’acqua scorra sul collo per qualche minuto.

Utilizzare un cuscino adeguato

Dormire sul giusto cuscino è molto importante. E’ importante evitare un’altezza eccessiva. Ne esistono di appositi per donne in gravidanza. Utile, inoltre, utilizzare un cuscino anche a supporto delle ginocchia in posizione sul fianco.

Mantienere la giusta postura

Il mantenimento di una postura adeguata è fondamentale per l’equilibrio muscolo-scheletrico e per la riduzione di ogni disconfort. E’ necessario fare attenzione, in particolare, all postura durante l’utilizzo del computer o di altri dispositivi elettronici: è consigliabile tenere ciò che si sta osservando all’altezza degli occhi.

Fare stretching con regolarità

L’aumento del peso e lo spostamento del baricentro causano alterazioni e rigidità muscolari. Eseguire stretching in modo regolare fornisce un notevole sollievo.

Esercizi in acqua

L’attività fisica in acqua può risultare particolarmente piacevole e rilassante: il peso del corpo in acqua è circa 1/6 rispetto a quello registrato a terra. Un vantaggio non da poco, soprattutto verso la fine della gravidanza!

Massaggi

Un massaggio al collo, soprattutto dopo aver applicato del calore, è un vero toccasana contro dolore e contrattura muscolare. Per risultati migliori, è bene affidarsi a un professionista.

Alcuni semplici esercizi per ridurre il dolore cervicale in gravidanza

  1. Flessione laterale: In piedi o in posizione seduta e con le braccia rilassate lungo il corpo, flettere lentamente il capo lateralmente fino ad avvertire una leggera tensione, quindi mantenere la posizione per 5 secondi. Ripetere lo stesso esercizio dall’altro lato. Fare 5 ripetizioni per lato.
  2. Flessione anteriore: in piedi o in posizione seduta mettere le mani incrociate dietro al capo, quindi flettere il capo in avanti aiutandosi con le mani fino a sentire una leggera tensione. Mantenere la posizione per 5 secondi. Ritornare nella posizione di partenza e riposare per 10 secondi. Fare 5 ripetizioni.
  3. Circonduzione: In piedi o in posizione seduta e con le braccia rilassate lungo il corpo, eseguire lentamente una circonduzione completa della testa, prima in un senso e poi nel senso opposto. Ripetere 5 volte, riposando per 10 secondi tra una ripetizione e l’altra.

Autore: Dr.ssa Giovanna Russo

Articoli correlati