Ipotiroidismo autoimmune: sintomi, dieta e cibi da evitare

ipotiroidismo autommine sintomi

L’ipotiroidismo autoimmune consiste in una patologia che interessa la tiroide ed è provocata dalla ridotta funzionalità della stessa

Che cos è ipotiroidismo autoimmune e quali sono i sintomi, la cura e la dieta consigliata? Si tratta di una patologia che interessa la tiroide, la ghiandola responsabile della produzione degli ormoni tiroidei T3 e T4. In questa condizione la tiroide diviene incapace di sintetizzare la quantità di ormoni di cui l’organismo necessita per soddisfare le proprio esigenze. Ne esistono di vario tipi primaria, centrale e di resistenza generalizzata.

Sintomi

I sintomi del ipotiroidismo autoimmune sono molto variegati e non sempre si presentano in egual misura nei soggetti che manifestano la patologia. Tutte le manifestazioni sono collegate al fatto che le cellule del corpo cominciano a rallentare i propri processi fisiologici a causa degli insufficienti livelli di ormoni.

In generale si tende ad essere più stanchi, ad avvertire un senso di depressione ed una minore funzionalità della memoria. Si percepisce maggiormente il freddo, la pelle tende a diventare più secca e si può soffrire di stitichezza.

Cause

Le cause dell’ipotiroidismo autoimmune sono svariate o può trattarsi, più semplicemente, di una patologia congenita. Ovvero quando i neonati nascono senza la tiroide o con solo una parte di essa. Quando, invece, le cellule della tiroide non funzionano a dovere si parla di ipotiroidismo neonatale.

Tra le cause principali vi sono anche malattie autoimmuni, la più comune è quella di Hashmoto.

Dieta

È possibile affermare che esiste una dieta con l’ipotiroidismo, sia per prevenirlo che per curarlo. C’è da tenere presente che iodio, svolge una funzione importantissima contro questa patologia ed ecco perché, in entrambi i casi, è fondamentale assumere giornalmente questo minerale.

Tutto ciò può essere fatto prediligendo alimenti ricchi di sodio come ad esempio alghe marine, molluschi, pesce, sale marino integrale e l’olio al cocco, una alimentazione sana ed equilibrata che non fa ingrassare ed aiuta a mantenersi in salute.

Tra i cibi invece da evitare vi sono i broccoli, i semi di lino, le rape, la soia, il miglio ed i cavoli. Alimenti che aumentano in maniera considerevole il fabbisogno di iodio e ne alterano il metabolismo.

Cura

La cura per l’ipotiroidismo autoimmune è basato sulla somministrazione di un ormone tiroideo, l’eutirox. È comunque bene sottolineare che i tempi di somministrazione ed i dosaggi devono essere regolati da diversi fattori, come ad esempio la gravità della patologia, l’età del paziente, il suo peso ed altri fattori.